La storia

Sebastiano Di Rienzo è nato a Capracotta (IS) il paese dei sarti. Sin da ragazzo coltiva la passione per la moda e comincia a lavorare come apprendista presso il sarto più conosciuto del paese, Giovanni Borrelli.

Giovanissimo, poco più che ragazzo, va a lavorare a Roma, ed all'età di 19 anni già presta la sua opera presso il famoso atelier di “Valentino” e un anno dopo diventa tagliatore modellista della celebre casa di moda.

A soli 23 anni apre la propria sartoria a Roma ed allarga le proprie esperienze, frequentando corsi di figurinista e costumista, collabora con la rivista mensile “TUTTO MOTORI” per la quale cura una pagina su moda e costume.

Sono di quel periodo gli abiti confezionati per diversi film con personaggi famosi ed i riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Nel 1973 partecipa al suo primo Congresso Mondiale della Sartoria su misura a Londra e nel 1976 viene nominato membro dell’Accademia Nazionale dei Sartori. Nel giro di pochi anni ne diventa Consigliere e Docente e da allora partecipa a meetings internazionali della moda nonché a Congressi Mondiali della Sartoria su misura (Londra, Roma, New York, Barcellona, Atene, Valencia, Parigi…).

I suoi abiti hanno sfilato sulle passerelle internazionali e di molte città italiane, prima fra tutte Roma, dove tuttora ha il suo atelier e studio di modellistica e di stilistica.

Nei primi anni ’80 una sua linea di Alta Moda pronta è venduta con il marchio “COATS CAPRA” oltre che sul mercato italiano anche su quello tedesco e al di la dei confini europei, in Kuwait ed in Giappone.

Nel 1982, insieme ad altri couturier della moda italiana viene insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sandro Pertini.
Dal 1986 ad oggi è docente di modellistica presso l’Istituto Europeo di Design di Roma, Università Privata di Moda.

Autore di testi di modellistica, adottati anche all’estero, come “La Tecnica della Moda”, “Professione Moda” e “La Moda nell’Industria”, quest’ultimo sottolinea l’interesse per lo studio della modellistica applicata alla produzione industriale.

Dal 1994 ricopre la carica di Vice Presidente e dal 2000, al 2003, quella di Presidente della prestigiosa Accademia Nazionale dei Sartori.

Nel 1996 nel suo paese natale Capracotta, per i suoi 40 anni di attività nel mondo della moda, è stata organizzata una “sfilata – evento” con gli abiti più significativi della sua carriera, con la partecipazione di Miss Italia Anna Valle. In quell’occasione fu dedicato al luogo dell’evento il nome “Largo dei Sartori”, quale omaggio ai sarti di tutto il mondo.

Nel 1997 presenta una collezione di toghe sia classiche che innovative per il mondo Accademico che Forense, con proposte per la Corte Europea di Strasburgo.

Nel 1999, nella città di Cracovia (Polonia) il periodico “SCENA ILLUSTRATA”, rivista di politica, costume,cultura arte e moda, lo insignisce del premio “Il Migliore dell’Anno”.

Nel 2002, in occasione della manifestazione “TIANJIN ITALIAN LIFESTYLE FESTIVAL”, tenutasi a Tianjin (Cina) ed organizzata con la collaborazione della Camera di Commercio di Roma e la Municipalità locale, partecipa come Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori alla “Esposizione del Made in Italy” ed alla sfilata conclusiva del festival, nonché organizza in loco, per la prima volta nelle terre d’oriente, il “Concorso Gregorio Luzzi”, per mettere in risalto e premiare i talenti emergenti della sartoria su misura. Nasce così una collaborazione con Tianjin Garment Association, testimoniata dalla sottoscrizione di una “Lettera di Intenti” e da successivi incontri, volta alla realizzazione di una “Scuola di modellistica e di cucito” in loco – di insegnati italiani esperti del settore - per uno scambio culturale sulla materia, tra i due Paesi.

Nel 2006 negli eventi collaterali del calendario ufficiale di “Alta Roma Alta Moda” presenta il libro “Moda” manualità tecnica e illustrazioni, edito dalla De Luca Editori D’Arte, con testo a fronte in Inglese ed in Cinese.
Il 18 Aprile 2006 è stato nominato docente esterno della “Tianjin Polytechnic University”, in Cina.

Frequenti sono i viaggi in oriente soprattutto in Cina, dove un agente lo rappresenta e ne cura l’immagine, diffondendone il marchio.

Nel 2007 sempre la De Luca Editori D’Arte, pubblica il suo ultimo libro, “FILO”-SOFIA DELL’ABITO - La maestria artigianale per filo e per segno.
Il 20 Ottobre 2007, la Shaanxi Costume Art College, di XI AN gli ha conferito il titolo di Preside Onorario, intestando un laboratorio stilistico a suo nome, dove approfondire lo studio della moda Occidentale.

Attualmente ricopre la carica di Segretario Generale della Federazione Mondiale dei Maestri Sarti, nonché incaricato per l’estero della stessa Accademia Nazionale dei Sartori.

Gli abiti da collezione più significativi sono custoditi presso l’archivio personale di Capracotta.